La pallanuoto, la mia scuola di vita.

Tag: stefano tempesti official site

Olimpiadi Rio 2016, pallanuoto: Settebello di bronzo.

Gazzetta dello Sport 20-08-2016

TEMPESTI — Stefano Tempesti: “E’ tutto bellissimo. Abbiamo incontrato molte difficoltà, ma siamo riusciti a superarle con grande voglia e determinazione. Questo bronzo vale come un oro, perché conquistato contro grandi avversari. Sognavo di chiudere così, con una medaglia che corona vent’anni di carriera, oltre 400 presenze e cinque olimpiadi sempre da protagonista grazie ai miei compagni”.

Pro Recco, è triplete. Ottavo titolo in Champions

SKY SPORT 30 MAGGIO 2015

A Barcellona la squadra di Milanovic batte 8-7 il Primorje e conquista il titolo di campione d’Europa nella pallanuoto dopo aver già vinto campionato e coppa Italia. Grandi protagonisti del match Giorgetti, autore di due gol, e il portiere Tempesti. Mancava la ciliegina sulla torta a una stagione straordinaria e alla fine anche quella è arrivata. La Pro Recco vince la Champions di pallanuoto e completa il triplete dopo il titolo di campione d’Italia e la vittoria della Coppa Italia. Nella piscina Picornell di Barcellona i recchelini conquistano l’ottavo titolo battendo in finale i croati del Primorje grazie ad una prova di forza, conclusa con il risultato di 8-7. Buona la partenza della Pro Recco, favorita alla vigilia ma i croati creano molte difficoltà a Tempesti e compagni: primo tempo chiuso sul 3-3.

Nella ripresa i ragazzi di Igor Milanovic cambiano passo e si portano da in vantaggio: grande protagonista Alex Giorgetti, a segno due volte. Tempesti è il solito muro in porta e la squadra croata non riesce a sfondare. Il doppio vantaggio ad un minuto dalla fine viene dimezzato, ma l’ultima azione è solo di contenimento. Il titolo torna a Recco tre anni dopo quello arrivato con Pino Porzio.

Settebello tutto d’oro
Sconfitta la Serbia 8-7

Dal quotidiano Rebubblica del 30-07-2011

SHANGHAI – Italia campione del mondo di pallanuoto. Gli azzurri di Campagna hanno vinto la medaglia d’oro a Shanghai battendo in finale la Serbia per 8-7 dopo i tempi supplementari (1-0 0-2 4-1 1-3 2-1 0-0). La partita si era chiusa sul 6-6. E’ stata una partita molto tesa e nervosa, con tante contestazioni nei confronti degli arbitri. L’Italia ha comunque meritato la vittoria: gli azzurri sono partiti molto bene e hanno sofferto soltanto nel secondo tempo. Quando i serbi per la prima e unica volta sono passati in vantaggio.

TEMPESTI: “E’ MERAVIGLIOSO” – “Siamo tutti felicissimi, è un momento meraviglioso, non avrei mai immaginato un’emozione così grande”. Miglior portiere del torneo e leader indiscusso del Settebello, Stefano Tempesti si gode il titolo mondiale. “Abbiamo sofferto per anni, siamo rimasti sempre indietro, ma questo Mondiale è strameritato. Onore alla Serbia, che è fortissima, ma abbiamo una grande squadra, un grande allenatore, un grande staff, una grande Federazione”. Tempesti, con i suoi interventi, è stato decisivo come al solito, vedi i due rigori parati. “Sono riuscito a rimanere sereno e trasmettere questa tranquillità alla squadra, oggi era difficile batterci – assicura – Le critiche negli anni scorsi? In parte erano giustificate, perché avevamo smarrito la via e non abbiamo dato quello che potevamo. Ma in pochissimo tempo Campagna ha costruito un gruppo fortissimo dal punto di vista mentale. Che ha saputo sopperire a qualche carenza fisica, ci ha tenuto uniti nei momenti più stressanti e difficili di questo Mondiale”.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén